Il modello-Italia interessa all'Ucraina

Terapia iperbarica e parto in acqua fiori all'occhiello del Distretto di Fidenza. L'incontro è stato promosso dal sindaco di Salsomaggiore Massimo Tedeschi a corollario delle iniziative di gemellaggio fra la città termale e Yalta
Il Console generale ucraino Volodymyr Yatsenkivskyi ha mostrato ammirazione e interesse per le due realtà dell'ospedale di Vaio nel corso della visita ufficiale di ieri, la terza dopo Niguarda e lIstituto Oncologico di Veronesi, a strutture ospedaliere italiane.

Il modello-Italia interessa allUcraina, paese in rapida evoluzione verso standard occidentali anche per quanto riguarda la sanità.

All'incontro, promosso dal Sindaco di Salsomaggiore Massimo Tedeschi a corollario delle iniziative di gemellaggio fra la città termale e Yalta, e da Massimo Radaelli presidente dell'Associazione Medica Italia Ucraina, hanno preso parte il sindaco di Fidenza Giuseppe Cerri con il vice Paolo Antonini.

Per l'ospedale di Vaio erano presenti Maria Rosa Salati (Direttore Distretto Fidenza), Mario Cantini (direttore amministrativo presidio ospedaliero), Massimo Fabi (direttore sanitario azienda asl), Cristina Aliani, (direttore medico), oltre al prof. Giuliano Vezzani e all'equipe del prof. Giuseppe Crovini che hanno guidato la delegazione ospite durante la visita alla camera iperbarica e al reparto di Ostetricia.
Il prof. Potenzoni, che ha partecipato all'incontro, si è detto interessato a sviluppare una collaborazione con l'urologia ucraina, sia a livello congressuale che nellambito di stages di Operatori sanitari.

Durante la visita si parla anche di telediagnostica: un brevetto ucraino che risale ai tempi delle prime imprese spaziali sovietiche, nato dalla necessità di controllare a distanza i parametri vitali degli astronauti, che consente con una semplice serie di rilevazioni incruente (solo elettrodi applicati al paziente, senza prelievo di sangue) di ottenere simultaneamente oltre cento parametri ematochimici, e potrebbe rivoluzionare la medicina di laboratorio e le metodologie di check-up.

Tedeschi ha proposto al Console di invitare il prof. Shelest, ideatore della macchina, ad una conferenza di presentazione a Vaio nei prossimi mesi.
 
 
03.04.08