Imposta di soggiorno

IMPOSTA DI SOGGIORNO: INFORMAZIONI GENERALI
 
Il sito internet, a cui le strutture ricettive devono accedere per registrarsi e per presentare in via telematica le dichiarazioni mensili dei pernottamenti, è il seguente: http://riscweb.icatributi.it/salsomaggiore
istruzioni per l'utilizzo

 

Cos'è e come si applica il tributo
L'imposta di soggiorno, adottata dal Comune di Salsomaggiore Terme in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del Decreto Legislativo n. 23 del 14 marzo 2011, è entrata in vigore dall'1 aprile 2015.
L'imposta è destinata a finanziare gli interventi in materia di turismo compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, per la manutenzione, fruizione ed il recupero dei beni culturali ed ambientali, nonché dei relativi servizi pubblici locali.
L’incasso proveniente dall’applicazione dell’imposta di soggiorno ricavato dalle strutture ricettive di Tabiano sarà destinato prioritariamente a finanziare gli interventi nella frazione stessa.
L'imposta si applica ad ogni pernottamento (ovvero per ogni persona e per ogni notte), fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi, nelle strutture ricettive e nei centri termali che si trovano nel territorio del Comune di Salsomaggiore Terme. Si ha consecutività anche quando nello stesso soggiorno sono coinvolte più strutture ricettive o centri termali.

 

Chi è soggetto all'imposta
Sono soggetti all'imposta i clienti, non residenti nel comune di Salsomaggiore Terme, che pernottano nelle strutture ricettive o nei centri termali situati nel territorio comunale.

Quanto si paga
Sul sito istituzionale del Comune di Salsomaggiore Terme, sono pubblicati in allegato il regolamento comunale e la Tabella B.

 Esenzioni

        1. Sono esenti:

  • i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
  • i ragazzi di età inferiore ai 16 anni appartenenti a gruppi sportivi partecipanti a iniziative e/o tornei organizzati col patrocinio dell’Amministrazione Comunale;
  • i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale o dell’ospedale di “Vaio”, in ragione di un accompagnatore per paziente;
  • i genitori o accompagnatori che assistono minori di anni diciotto o portatori di handicap non autosufficienti, ricoverati presso strutture sanitarie del territorio comunale o dell’ospedale di “Vaio” in ragione di due persone per paziente;
  • il personale appartenente alle forze o corpi armati statali, alle forze di polizia provinciali o locali, nonché al corpo nazionale dei vigili del fuoco e alla protezione civile che soggiornano per esigenze di servizio e non per servizi pagati in qualità di privati;
  • i soggetti che soggiornano per prestare servizio di volontariato per eventi straordinari o di emergenza o a seguito di provvedimenti adottati dalle autorità pubbliche per finalità di soccorso umanitario;
  • i soggetti che soggiornano causa eventi e calamità naturali;
  • i soggetti che soggiornano per motivi di studio, iscritti a qualunque scuola, legalmente riconosciuta, con sede in Salsomaggiore Terme;
  • gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati;
  • i dipendenti del gestore della struttura ricettiva che ivi svolgono la loro attività lavorativa;
  • gli ospiti a titolo gratuito per promozione da parte della struttura ricettiva, previa comunicazione allo IAT del comune di Salsomaggiore Terme.

 

      2. Condizione necessaria per godere dell'esenzione di cui alle lett. c) e d) è la presentazione da parte dell'interessato, al gestore della  truttura ricettiva,della certificazione della struttura sanitaria o di dichiarazione   
         sostitutiva resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, attestante la terapia ed il relativo periodo delle prestazioni.

     3. Condizione necessaria per godere dell'esenzione di cui alla lett. h) è la presentazione da parte dell'interessato, al gestore della struttura ricettiva, della certificazione della struttura scolastica, attestante i requisiti.

     4. Il numero dei pernottamenti conteggiabili ai fini dell’esenzione di cui ai commi c), d) e h) sono tutti quelli finalizzati allo scopo indicato, quindi anche il pernottamento nella notte precedente.

Per il solo anno 2015 sono esonerati dal pagamento della tassa di soggiorno quei soggetti che hanno stipulato dei contratti con le strutture ricettive entro il 31/12/2014, a condizione che le stesse abbiano
consegnato copia dei contratti debitamente sottoscritti dalle parti entro il 30/03/2015 all'ufficio IAT.

 

 Competenze dei gestori

  • Il gestore della struttura ricettiva è tenuto ad informare, in appositi spazi, i propri ospiti dell’istituzione e dell’applicazione dell’imposta di soggiorno, anche mediante materiale informativo appositamente predisposto.
  • Il gestore della struttura ricettiva, presso la quale è ospitato il soggetto passivo tenuto al pagamento dell'imposta, provvede per conto del Comune alla riscossione, rilasciando al cliente quietanza dell'avvenuto pagamento e provvede al riversamento al Comune di quanto incassato a titolo d'imposta.
  • Il soggetto passivo è tenuto, entro il termine di ciascun soggiorno, a corrispondere l'imposta dovuta al Comune direttamente al gestore della struttura ricettiva presso la quale ha pernottato; il gestore rilascia contestualmente al soggetto passivo la ricevuta del versamento d'imposta effettuato.
  • Qualora il pagamento del soggiorno avvenisse successivamente, la struttura ricettiva dovrà comunque riversare al comune l’imposta di soggiorno relativa, secondo quanto previsto nei punti successivi e secondo il principio di competenza e non di cassa.
  • Il gestore della struttura ricettiva effettua il riversamento al Comune, o al soggetto incaricato della riscossione dell’imposta delle somme dovute a titolo d'imposta entro il sedicesimo giorno successivo alla fine di ciascun mese solare, con una delle seguenti modalità:
    •  mediante bonifico, allo sportello o in via telematica su apposito conto corrente postale n. 001025004993 intestato a “Comune di Salsomaggiore Terme - Imposta di Soggiorno - Servizio Tesoreria”, IBAN: IT44N0760112700001025004993;
    • mediante versamento alla Tesoreria Comunale “Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.a.”, sul conto corrente bancario n. 000036153296, IBAN: IT56X0623065900000036153296;
    • mediante versamento diretto degli importi fino ad € 50,00 presso lo sportello di ICA s.r.l., sito in Salsomaggiore Terme, Piazza Borsellino e Falcone n. 3 (tel./fax 0524/575206), che rilascerà apposita ricevuta.
  • Se gli importi dovuti sono di scarsa entità, il versamento si può eseguire quando il gettito supera la soglia di € 12,00, in analogia a quanto previsto dal vigente Regolamento Generale delle Entrate Tributarie del Comune di Salsomaggiore Terme ed ogni sua eventuale variazione, fermo restando la compilazione della dichiarazione del numero dei pernottamenti soggetti all’imposta.
  • Il gestore della struttura ricettiva risponde direttamente nei confronti del Comune del corretto ed integrale riversamento dell'imposta pagata dal cliente.
  • Il gestore della struttura entro il sedicesimo giorno successivo ad ogni mese dichiara il numero dei pernottamenti, compresi i pernottamenti esenti ai sensi del regolamento comunale.
  • I versamenti di cui ai precedenti punti 2 e 4 e le dichiarazioni di cui al punto 8 vanno resi in modo distinto per ciascuna struttura ricettiva anche nel caso di più strutture aventi lo stesso gestore.
  • Per i soggiorni effettuati a cavallo del mese, il versamento va fatto in relazione al mese in cui il soggiorno termina.
  • Qualora dopo il versamento dell’imposta si verificassero perdite per inesigibilità del credito, con il supporto di idonea documentazione che attesta il carattere definitivo della perdita, la struttura ricettiva potrà procedere alla deduzione degli importi relativi in occasione del primo versamento utile.
  • Qualora vi sia un rifiuto al pagamento da parte del soggetto passivo d’imposta, il gestore dovrà raccogliere in forma scritta una dichiarazione nominativa, indicante numero e nome dei soggetti soggiornanti comprensivi di codice fiscale, durata del soggiorno e ogni ulteriore elemento atto a consentire al Comune l’esazione coattiva dell’imposta.
  • Il gestore deve conservare tutta la documentazione relativa all’imposta di soggiorno, in quanto avente natura fiscale per almeno 5 anni.

 

Modalità di presentazione delle dichiarazioni mensili
Le dichiarazioni mensili, che dovranno presentare i gestori, saranno trasmesse in via telematica all'indirizzo http://riscweb.icatributi.it/salsomaggiore, attivo a decorrere dall'1/04/2015 (oppure, in caso di difficoltà, in via cartacea da presentare all’ufficio ICA s.r.l. di Salsomaggiore Terme), mediante uno strumento semplice e veloce che favorisce lo scambio di informazioni e il calcolo degli importi che le strutture alberghiere e di soggiorno dovranno riversare al comune.

Si tratta di una pagina web a cui accedere periodicamente con le seguenti modalità:

  1. ogni struttura, al primo accesso, dovrà registrarsi inserendo nel sito i propri dati e definendo la propria categoria;
  2. a chiusura di ogni mese, ciascuna struttura accederà alla propria sezione per inserire il numero di presenze ospitate nel periodo per le diverse categorie di utenti;
  3. una volta inserito il dato, si otterrà l’importo totale da corrispondere entro il sedicesimo giorno successivo alla fine di ciascun mese solare e il numero di protocollo relativo che dovrà essere riportato nella causale del riversamento al comune dell’imposta di soggiorno;
  4. sarà possibile stampare la dichiarazione per conservarla a scopi contabili e i dati storici saranno sempre consultabili.

 

Sanzioni
In caso di inadempimento nei versamenti si applicano le disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dei principi generali dettati in materia dai Decreti Legislativi 18 dicembre 1997, n. 471, n. 472 e n. 473.

Le violazioni da parte dei soggetti tenuti al pagamento dell’imposta di soggiorno relative ai versamenti (omesso, parziale e/o tardivo versamento) sono passibili di recupero dell’imposta aumentata della sanzione del trenta per cento ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. N. 471/97, oltre agli interessi di mora.

Le violazioni relative alle dichiarazioni sono punite con la sanzione da € 25,00 a € 500,00 euro (omessa, incompleta o infedele dichiarazione), ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000 “Testo Unico dell’Ordinamento degli Enti Locali.”

Per le violazioni di cui ai punti precedenti sono applicati gli interessi al tasso annuo legale.

 Informazioni
In questa pagina internet, nei documenti allegati, sono pubblicati il regolamento comunale di applicazione dell’imposta e le tariffe.
Per qualsiasi informazione sull’imposta, sono a disposizione dei gestori delle strutture ricettive:

  • l’Ufficio ICA, sito in Salsomaggiore Terme, Piazza Borsellino e Falcone n. 3, aperto al pubblico: il lunedì e giovedì  dalle h. 15.00 alle 17.00 il martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle h. 9.00 alle 13.00 (tel. e fax 0524/575206, e-mail ica.salsomaggiore@icatributi.it);
  • l’Ufficio Tributi comunale, sito in Salsomaggiore Terme, Viale Romagnosi 7, aperto al pubblico:  il martedì dalle h. 09.00 alle 13.00 e  dalle h. 15.00 alle 17.00  il venerdì dalle 09.00 alle 13.30  (tel. 0524/580405-408,  fax 0524/580499, e-mail tributi@comune.salsomaggiore-terme.pr.it).
 

 

Note: 

ICA Srl
piazza Borsellino e Falcone n. 3
Tel. e Fax 0524.575206
e.mail : ica.salsomaggiore@icatributi.it
orari di apertura al pubblico:

  • mattino: martedì, mercoledì, venerdì e sabato 9.00/13.00;
  • pomeriggio: lunedì e giovedì 15.00/17.00.
  • Nei giorni di apertura pomeridiana dalle ore 17,00 alle 19,00 attivo il seguente servizio telefonico 331 3884013.